Menu
  • 0-MERCATO TURCO
  • 05-foro paceweb
  • 016
  • 032- alessandriabib-int#2F7
  • 044-vesta part - Copia
  • 045-vesta grigia
  • 065-domus aurea _
  • 073-massimiano guest hall
  • 094-cluny incompleto - Copia
  • A-K
  • A-K1
  • CAN0018
  • CARAVANSERRAGLIO
  • gli affreschi francois
  • Luce alba
  • P3
  • P4
  • PALENQUE 3
  • PALENQUE-2
  • PIAZZ -0
  • tempio etrusco
  • colosso di rodi
  • tempio gerusalemme-3
  • terme diocleziano natatio 3
  • VENEZIA 4
  • VENEZIA NAVE MERCANTILE (2)

‘…è impossibile vedere l’angelo se prima non possiedi un’idea di angelo’

dice il filosofo James Hillman nel suo ‘Codice’. In buona sostanza, il nostro lavoro è semplicemente dipingere angeli, icone  -multimediali – il più possibile filologicamente corrette. Ed evocative.

Per questo si utilizzano le tecniche della computer grafica, della videocomposizione, dell’animazione, del documentario, in generale del linguaggio cinematografico tout court. Luci e movimenti di macchina, sfocature, suoni e colori con cui dipingere quegli angeli.

Lo scopo è evocare, far emergere per risonanza nell’altro l’idea di un luogo, di un fatto, di un principio dato.

Icone che evochino un qualcosa di definito, ma che soprattutto risveglino in tutti la capacità di sentire e di vedere in maniera interiore la Storia, l’Arte, le Scienze e le grandi Idee che hanno contraddistinto fin qui la vicenda umana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *